VIA CRUCIS DALLA BASILICA e DA CAIRATE

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Il 6 marzo, primo venerdì di Quaresima, è possibile seguire la tradizionale Via Crucis su tutte le piattaforme della Comunità Pastorale e della Diocesi. Dirette e differite andranno a compensare la mancata presenza di fedeli, nel rispettato delle ordinanze relative all’emergenza sanitaria.
Già dal mattino la tradizionale celebrazione del Venerdì di Quaresima per la Comunità Pastorale Sant’Antonio abate dalla Basilica di San Vittore a Varese sarà disponibile sulle pagine Facebook e Youtube “Comunità Pastorale Sant’Antonio Abate Varese” e sul sito  www.santantonioabatevarese.it.
Alle 21 è possibile seguire in diretta la Via Crucis con monsignor Mario Delpini, prevista a Cairate per la Zona pastorale II,  su Radio Marconi, Radio Mater e Radio Missione Francescana e www.chiesadimilano.it . Scarica qui il sussidio-liturgico-per-la-Via-Crucis-di-Cairate

«Stiamo cercando di vivere al meglio le circostanze. I parrocchiani – spiega monsignor Luigi Panighetti, prevosto di Varese – cercano di tenere viva la propria fede e di continuare, seppur a distanza, il cammino comunitario. Passano nelle chiese che sono aperte sia la domenica, sia durante la settimana, per sostare in preghiera di fronte all’Eucaristia o per confessarsi».
Anche a casa c’è l’opportunità di pregare. «Domenica proporremo nuovamente la s. Messa in diretta alle 8.30 per celebrare il giorno del Signore. Percepisco la difficoltà di vivere la dimensione collettiva della comunità, di coltivare rapporti e condividere l’esperienza della fede. E se la prudenza ci impone di fare l’esperienza del deserto in questa Quaresima, permane in noi sacerdoti il desiderio di stare vicini alle persone, di far arrivare il messaggio evangelico. Ci impegniamo a trovare nuove dimensioni di condivisione e in questo i media, dalla rete ai social e dalla tv alla radio, si stanno rivelando appropriati e tempestivi. Lo stesso Arcivescovo ci ha esortato, come preti, religiosi e diaconi della Diocesi ambrosiana a trovare il modo di far sentire la vicinanza della Chiesa e per dire che i “cristiani non si lasciano abbattere, hanno fiducia in Dio” e “costudiscono un fuoco che continua ad ardere, a dare luce e senso di appartenenza e gioia”. Cercheremo di offrire motivi di prossimità, serenità e fiducia».
Domenica 8 marzo l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, presiederà alle 11 la Santa Messa, trasmessa su Rai 3.

 

Commenti chiusi