Dalla preghiera per i Martiri Cristiani all’indulgenza plenaria del Papa

MARTEDì 24 MARZO ALLE 21
L’Ufficio Missionario Diocesano propone la Veglia della Memoria dei Missionari Martiri in comunione profonda con la Chiesa di Milano collegandosi in streaming su www.chiesadimilano.it. Il testo della Veglia scaricabile QUI

MERCOLEDì 25 MARZO ALLE 11
L’Arcivescovo mons. mario Delpini, celebra nel Duomo di Milano la messa per i defunti,
scomparsi in questo periodo. Sarà in diretta su Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre), Radio Mater, sul portale www.chiesadimilano.it e sul canale Youtube Chiesadimilano.it.

MERCOLEDì 25 MARZO ALLE 12
Il Papa ha invitato a recitare il Padre Nostro «tutti i Capi delle Chiese e i leader di tutte le Comunità cristiane, insieme a tutti i cristiani delle varie confessioni, a invocare l’Altissimo, Dio onnipotente», la proposta. «Possa il Signore ascoltare la preghiera unanime di tutti i suoi discepoli che si preparano a celebrare la vittoria di Cristo Risorto».

VENERDì 27 MARZO ALLE 18
Chi si unirà spiritualmente a Papa Bergoglio, tramite i media, riceverà l’indulgenza plenaria (Leggi qui il decreto della Penitenzieria Apostolica).
«Ascolteremo la Parola di Dio, eleveremo la nostra supplica, adoreremo il Santissimo Sacramento, con il quale al termine darò la Benedizione Urbi et Orbi, a cui sarà annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria».
«Alla pandemia del virus vogliamo rispondere con la universalità della preghiera, della compassione, della tenerezza – ha spiegato il Papa -. Rimaniamo uniti. Facciamo sentire la nostra vicinanza alle persone più sole e più provate. La nostra vicinanza ai medici; vicinanza agli operatori sanitari, agli infermieri, alle infermiere, ai volontari; vicinanza alle autorità, che devono prendere misure dure ma per il nostro bene. Vicinanza ai poliziotti, ai soldati che per le strade cerano di mantenere sempre l’ordine, perché si compiano le cose che il Governo chiede di fare per il bene di tutti noi. E vicinanza a tutti». Infine, la «vicinanza alle popolazioni della Croazia colpite questa mattina da un terremoto: il Signore Risorto dia loro la forza e la solidarietà per affrontare questa calamità».

 

 

Commenti chiusi