Benedizione natalizia 2016

Si rinnova il consueto appuntamento dettato dell’imminenza del Natale: il cordiale incontro con la benedizione del Signore.
Siamo ormai al termine dell’anno giubilare della Misericordia e la venuta di Gesù a Betlemme ci richiama fortemente l’ammonimento evangelico “Siate misericordiosi come il Padre vostro è misericordioso” (Luca 6, 26).
In questi mesi siamo stati ripetutamente sollecitati ad apprezzare lo slancio di amore di Dio per ciascuno di noi: abbracciati dalla sua tenerezza e siamo spinti ad un imperativo impegnativo ed entusiasmante programma di vita consistente nell’accoglienza e realizzare il progetto divino della Misericordia nei confronti degli altri.
La tradizione della Chiesa ed ultimamente nell’Anno Santo ci consegnano alcuni gesti che incarnano la misericordia che siamo chiamati a vivere.
Si tratta delle opere di misericordia corporali e spirituali che attuano dell’esistenza quotidiana la vicinanza amorevole di Gesù.
Le sette opere di misericordia corporale:
1. dar da mangiare agli affamati.
2. dar da bere agli assetati.
3. vestire gli ignudi.
4. alloggiare i pellegrini.
5. visitare gli infermi.
6. visitare i carcerati.
7. seppellire i morti.

Le sette opere di misericordia spirituale sono:
1. consigliare i dubbiosi.
2. Insegnare agli ignoranti.
3. Ammonire i peccatori.
4. Consolare gli afflitti.
5. Perdonare le offese.
6. Sopportare pazientemente le persone moleste.
7. Pregare Dio per i vivi e per i morti.

A tutti e ciascuno l’augurio più sincero di un buon Natale è sereno anno nuovo.
Don Luigi e i sacerdote della Comunità Pastorale Sant’Antonio Abate.
Dal mese di novembre i sacerdoti passeranno per le benedizioni natalizie di famiglia negozi laboratori. Sarà inviato un avviso informativo soggiorno del passaggio dei sacerdoti. Le offerte raccolte saranno devolute al numerose opere parrocchiali esistenti e per i costi ordinari di gestione delle nostre strutture.

Commenti chiusi